I due Tardelli, un libro e un urlo mondiale

La storia d’Italia attraverso la Nazionale di calcio con uno dei suoi protagonisti principali. Uno degli eroi del Mundial spagnolo che ci vide trionfatori contro tutti i pronostici. Uno dei più talentuosi. Marco Tardelli, “intervistato” dalla figlia Sara, la vera protagonista del pomeriggio in Feltrinelli per presentare Tutto o niente, un libro che racconta l’urlo storico (simbolo della penisola pallonara) roba da far invidia a Munch. Ognuno di noi ricorda nitidamente quella sera, 11 luglio 1982, il Presidente Pertini, i gol di Rossi, Tardelli (appunto…) e Altobelli…il 3-1 finale davanti agli spauriti teutonici e la coppa alzata dal Capitano Dino Zoff. Ma come dimenticare gli anni precedenti, il terrorismo rosso, quello nero che impauriva la gente e svuotava le strade. Un pallone come amico per tornare a sognare, il calcio come riscatto per un’intera popolazione. Ma non si parla solo di sport, anzi. Forse è un pretesto. Le donne, la musica, le folli corse in macchina, i suoi segreti, gli amori e con perfidia anche i tradimenti (la storia con Moana Pozzi è tutta da leggere). Tardelli padre spiega benissimo il senso del racconto

Per troppo tempo sono stato ostaggio di quell’urlo. Sette secondi di estasi accompagnati dal boato di 90 mila persone e dopo una corsa infinita. Nei miei piedi tutta la liberazione e il riscatto di giorni molto elettrici. Quei 175 fotogrammi mi hanno regalato alla storia, ma poi hanno cancellato la mia vita intera: i sacrifici e le altre felicità. Volevo vivere il presente, ma tutto tornava a quella corsa. Così almeno questo libro, questo regalo che Sara mi ha fatto, doveva presentarsi diverso: Tutto o niente. Come sono io.

Ad accompagnare papà e figlia, i giornalisti Giampiero Mughini e il radiocronista Riccardo Cucchi. Alle loro spalle, lo schermo con i frammenti di calcio di uno juventino che con un grido ha fatto rialzare la testa all’Italia intera.

 

@100CentoGradi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...