Almodovar e le sue Storie Pazzesche

Cari cineasti italiani, cari registi… Inizia così la recensione della nuova pellicola di Pedro Almodovar. Vi chiederete il perché…

Semplicissimo. Sareste in grado di rapire l’attenzione del pubblico oggi 25 Novembre 2014 ? Se la risposta è negativa (lo è, lo è…) vi consigliamo vivamente di uscire di casa, entrare in una qualsiasi sala (non oggi, dall’11 Dicembre) e godervi questo film geniale dove si ride anche nelle scene più pulp come tradizione almodoviana vuole.

STORIE-PAZZESCHE-Locandina-Poster-2014

Un volo di linea dove tutti conoscono e deridono un certo signor Pastermark (non sanno che in realtà è il comandante…); una cucina dove si servono piatti al veleno; una lite automobilistica tutta da ridere; un uomo distrutto (l’Ingegner Bombetta) che sfoga tutte le sue frustrazioni contro una ditta di rimozioni autoveicoli; un pirata della strada la cui storia rispecchia la società moderna (pecunia non olet…o forse sì).

Il tutto condito da musiche che rimandano ai bmovie italiani anni 70. Che Almodovar si sia innamorato dei nostri filmetti come Tarantino ?

A proposito di cinema nostrano… Osservando attentamente le scene, un pò de “I Mostri” e una spruzzata di “Crimen” è balzata ai miei occhi.

Ma la Spagna, questa Spagna è purtroppo superiore a noi. Anche al cinema.

Andate e imparate !